Dimenticato Login?   Registrati  

Civita di Bagnoregio

Evento

Quando:
Dom, 9. Dicembre 2018, 09:00 h
Categoria:
Gite Mistostretto
Referente:
Marcoff 329 6120138

Descrizione

Una classica gita invernale del Mistostretto, che unisce una buona dose di chilometri al piacere di guida non lontano da Roma. Domenica andremo a Civita di Bagnoregio, la "Città che Muore" che fa parte del circuito dei Borghi più Belli d'Italia.

Appuntamento alle 9.00 presso il Centro Euclide (Via Flaminia Nuova 834, Roma) con il pieno di benzina già fatto. Partiremo pochi minuti dopo percorrendo prima la Cassia Veientana abbandonandola all'altezza di Sutri e cominciando a divertirci sulla Cassia Cimina. Superato il Lago di Vico, a Viterbo ci fermeremo per una breve pausa caffè prima di risalire in moto e dirigerci verso Bolsena. La vista del Lago ci introdurrà sull'ultimo tratto di strada prima di arrivare a Civita di Bagnoregio che sarà teatro di: foto di rito, pranzo di qualità e riposo. Ingredienti fondamentali - insieme all'ottima compagnia - per divertirci e passare un'altra bellissima domenica.

Per il ritorno, "saliremo" per pochi chilometri verso Orvieto, da dove "riscenderemo" per prendere la Flaminia. Ad Amelia ultima pausa caffè e a Magliano ci saluteremo per tornare a casa al tramonto o subito dopo.

Il percorso della gita: >>>>>>GUARDA>>>>>>


Gite: istruzioni per l'uso
Vogliamo viaggiare in sicurezza, quindi ognuno di noi deve tenere il proprio passo senza strafare ed evitando di raggiungere "quelli davanti" se non è in grado di farlo. Nella vita ci sono poche certezze, nel MC Mistostretto ne esiste invece più di qualcuna. Si chiamano prudenza, referente, staffette e scopa.
Prudenza: la conosciamo tutti, sappiamo chi è e quali sono i suoi limiti (che sono i nostri). Seguiamola sempre perché è la nostra miglior consigliera.
Referente: è la guida della gita. E' colui che la pensa creandone percorso e tappe e quindi è il motociclista che apre la strada in testa al gruppo. Unica indicazione: mai superarlo.
Staffette: quando siamo in tanti, sono i motociclisti che controllano il gruppo per tutta la sua lunghezza. Sono fondamentali agli incroci, dove si fermano per indicare la strada a chi è rimasto attardato e in generale a chi deve ancora arrivare. E’ necessario agevolare il loro passaggio e non accodarsi una volta passate.
Scopa: è il motociclista che chiude il gruppo, si ferma se qualcuno ha problemi o difficoltà. Insomma, sarà sempre il più lento per garantire che il gruppo rimanga unito.

Prenotazioni:

È troppo tardi per partecipare a questo evento.

You have no rights to post comments